Casella di testo: CHI SIAMO
Casella di testo: CONTATTACI
Casella di testo: HARD & SEX
DIGISAT
Dal 1980 
 Tutto per la comunicazione  TV 
dal 1980
Come Puntare le
Antenne
Calcolatore con Google Maps

Assistenza tecnica   Punto di riferimento per Antennisti & Elettricisti

OFFERTA CARD DECODER

In  questa pagina  trovi le informazioni  sull’istallazione di un convertitore SCR

ADATTO AD IMPIANTI SAT CENTRALIZZATI CON ABITAZIONI DI  MAX 5 PRESE SAT INDIPENDENTI OTTIMO PER DECODER SKY  MY SKY HD

MARZO 2013  OGGI  FINO A  SETTE DECODER CONTEMPORANEAMENTE  (LEGGI)

Lo schema A utilizza  lnb  SCR +  derivatori di linea per ogni decoder.

Lo schema B utilizza lnb SCR + un divisore a 4 uscite.

Alcuni LNB SCR hanno una doppia uscita:

1° “LNB standard” si comporta come un semplice LNB universale a singola uscita,
2° “LNB unicable” SCR per collegare il cavo destinato ai 4 decoder

Una frequenza IF per ogni decoder

Quando il sistema SCR  SKY ancora in fase di studio, fu ipotizzata la possibilità di sfruttare tutta la banda IF per allocare fino a 8 frequenze IF distanti tra loro 116 MHz sui seguenti valori: 1284, 1400, 1516, 1632, 1748, 1864, 1980, 2096 MHz. Le prime applicazioni del sistema, essendo dedicate ai decoder SKY, utilizzano invece 4 frequenze scelte “ad hoc” dal broadcaster, senza rispettare una distanza costante tra di loro. Tali frequenze sono 1210, 1420, 1680 e 2040 MHz. Il funzionamento del sistema SCR si basa quindi su un quadruplo sistema di sintonia (Tuner) e conversione IF-IF, montato a bordo dell’LNB o del multiswitch, che ha il compito di generare le quattro frequenze IF ognuna delle quali assegnata ad un diverso decoder. In questo modo sul cavo coassiale che collega l’antenna parabolica ai decoder non sono presenti tutte le frequenze (da 950 a 2150 MHz) di una polarità (H o V) e di una banda (Lo e Hi) ma solamente quattro frequenze prefissate (1210, 1420, 1680, 2040 MHz).

Sintonia remota

La sintonia del canale satellitare non è più effettuata dal tuner del decoder satellitare ma demandata ai circuiti interni dell’LNB SCR Ciò significa che, cambiando canale con il telecomando, il decoder genera un comando DiSEqC che istruisce l’LNB a sintonizzare il transponder sul quale il programma ricercato viene trasmesso. Si tratta di un vero e proprio sistema di “sintonia remota”, ossia di conversione IF-IF sintonizzabile a distanza via cavo coassiale e la cui particolarità consiste nell’impiego di una frequenza IF di uscita fissa. Il decoder deve perciò bloccare il suo sistema di sintonia su una sola frequenza IF, quella assegnatagli dal sistema. Stabilito il canale IF sul quale ogni decoder deve funzionare, il router esegue su richiesta la conversione di frequenza necessaria trasferire il canale selezionato all’utente. Quando l’utente richiede la visione di un programma premendo sul telecomando, il decoder invia attraverso il cavo coassiale una serie di comandi che comunicano al router polarizzazione, banda e frequenza su cui è presente il programma richiesto. Il router prende in carico il comando “riconoscendo” l’utente da cui è partita la richiesta, esegue la commutazione di banda e polarizzazione necessaria, si sintonizza sulla frequenza del transponder satellitare e converte la sua frequenza IF sulla frequenza IF assegnata al decoder dell’utente. Affinchè questo processo si attui è necessario che i decoder (scr) dispongano di due nuove funzioni implementabili con un semplice aggiornamento del software. Queste funzioni sono: il blocco della sintonia su una frequenza fissa assegnata all’utente e un set di comandi aggiuntivi del DiSeqC

COLLEGAMENTO DEI  MULTISWITC  SCR  Sat ROUTER SKY

Le nuove offerte di abbonamento multiplo proposte da SKY (multivision  PVR) e le crescenti esigenze di visualizzare canali differenti all’interno di un appartamento, hanno spinto CBD Electronic a studiare una soluzione innovativa, al passo con le più moderne tecnologie esistenti.  Il nuovo multiswitch SCR SR4104 consente di distribuire all’interno dell’appartamento, con un solo cavo, il segnale a  quattro differenti prese che possono essere connesse a stella: ognuna con un cavo indipendente che ha origine in un punto dell’appartamento dove è collocato un partitore, o in serie, cioè con un unico cavo di distribuzione che collega in modo passante quattro prese di utente per altrettanti decoder.

Si tratta di un sistema  SCR innovativo perché semplifica il cablaggio e nello steso  tempo mantiene l’indipendenza tra i vari decoder collegati alla stessa linea in cavo coassiale. Per tanto viene utilizzato  ANCHE su impianti con decoder scr sky.

 

indicazioni d’impiego

 

ll multiswitch Sat Router CBD SR4104 può essere connesso a decoder predisposti per i  dispositivi Sat Channel Router, come pure far parte di un impianto multiswitch tradizionale, e perciò compatibile con la cascata multiswitch a quattro cavi delle serie  mM, light, mMe.

Se il multiswitch SCR CBD SR4104 viene utilizzato da solo o in un impianto senza alimentatori per l’LNB, sarà necessario aggiungere un alimentatore  esterno e un inseritore di tensione.

Tutti i componenti usati nell’impianto di distribuzionedei segnali ai decoder (prese e partitori) devono consentire il passaggio della tensioneverso il multiswitch al fine di permettereil passaggio dei comandi generati dai decodere diretti al multiswitch.

 


 
NEW - NUOVO LNB  SCR  + TRE  USCITE  LEGACY

New

Oggi si può

Fino a 7 decoder contemporaneamente

Con questo nuovo LNB  commercializzato da Digisatitalia è possibile collegare 4 decoder  Sky SCR  in serie o in parallelo  + 3 Decoder tradizionali  Legacy

New
Casella di testo: VENDITA  A PRIVATI HOBBISTI    INSTALLATORI

Se il Vs. problema sono i cavi con la tecnologia SCR  Unicable risolvete il tutto CON UN SOLO CAVO

Nuovo Muiltiswitc  SCR  con doppia uscita  SR 4204°

In pratica è possibile collegare 8 decoder allo stesso multiswitc SCR

 

 

Multiswitc sat router doppio  SR 4204°

 

Multiswitch dotato di tecnologia SAT ROUTER

Dispositivo per medi e grandi impianti da utilizzare in cascata

 

Due uscite SCR amplificate per 4 decoder ciascuna

4 ingressi passanti 

 

Compatibilità con i multiswitch tradizionali CBVICKY

Alimentazione multiswitch tramite decoder 

 

Basso assorbimento: 180 mA @ 18V

Alimentazione LNB tramite mMic+AL15/1000 

Dimensioni estremamente ridotte  110x82x23mm

 

Istruzioni per l’installazione

LNB   SCR

MULTISWITC SCR

  LNB DCSS

    SCHEMA DI INSTALLAZIONE

<

LNB dotato di una uscita SCR Unicable (4x)  sky  e 3 uscite universali (legacy).per decoder tradizionali  
Consente di collegare fino a 4 ricevitori SCR con un singolo cavo, più 3 ricevitori (anche non SCR).
L'uscita SCR funziona solo con i ricevitori satellitari provvisti di comando  scr 
MySky e mySkyHD forniti da Sky.

SAT-SCR PORT SPECIFICATIONS

 

Fixed User Band

 

· Channel 1: 1210 MHz

· Channel 2: 1420 MHz

· Channel 3: 1680 MHz

· Channel 4: 2040 MHz

·  

 

 C.so Francia 113 /T  10093 COLLEGNO (TO)    Tel  011 7804025

 

 

Orario  di Apertura  al pubblico  punto vendita di Collegno (TO)

Dal lunedi al venedi   dalle 9,00 -12,30   15,30 - 19,30

DIGISAT

Sistema SCR - 1 cavo per 4 decoder (la tecnica)

 

Finora per condividere un’antenna parabolica tra più decoder, il sistema più semplice disponibile sul mercato era rappresentato da uno speciale LNB a quattro uscite. Bastava installare questo particolare convertitore sulla nostra antenna parabolica al posto di quello originale, per ottenere subito la possibilità di collegare fino a 4 decoder.

L’unico inconveniente di questo sistema era la necessità di stendere altri cavi d’antenna al fianco di quello già esistente, un cavo per ogni decoder fino ad un massimo di quattro. Infatti non è sempre facile trovare il modo di aggiungere altri cavi discendenti dal tetto, sia per problemi estetici sia perché non si trovano nuovi percorsi per i cavi coassiali da aggiungere. Con il sistema SCR (Satellite Channel Router) questa necessità cade perché i decoder aggiuntivi si possono collegare alla stessa antenna senza aggiungere cavi di discesa, ma semplicemente prolungando quello esistente.

Prima di approfondire l’argomento su questo innovativo sistema, è necessario però conoscere il funzionamento di un normale LNB a singola uscita, analizzando le modifiche attuate dai costruttori per trasformarlo in un modello SCR: prima tra tutte l’integrazione all’interno dell’LNB SCR di un sistema “a matrice”, ossia di un piccolo multiswitch a quattro uscite, collegando ad ogni uscita un convertitore di frequenza comandabile a distanza. Ma andiamo con ordine